Un van Volkswagen «elettrizzante»

Un van Volkswagen «elettrizzante»

Il Transporter 6.1 diventa elettrico ed entra a far parte di una serie limitata firmata Abt e-Line. In occasione di un giro di prova nell’Algovia, l’e-Transporter ha conquistato tutti con le sue qualità, che lo rendono un veicolo commerciale a zero emissioni ideale soprattutto per corrieri o artigiani.

Testo Reto Neyerlin Foto Abt e-Line

Il nome Abt Sportsline è ben noto nel mondo delle corse e del tuning: da decenni, negli stabilimenti di Kempten, capoluogo dell’Algovia, prendono vita auto sportive da corsa. Meno conosciuta è invece la divisione specializzata nella mobilità elettrica Abt e-Line, che dal 2007 converte i veicoli commerciali di Volkswagen in veicoli elettrici disponibili in serie limitata. Di recente si sono aggiunti due nuovi modelli: l’e-Transporter 6.1 e l’e-Caravelle 6.1.

«Per l’e-Transporter ci siamo volutamente concentrati sulle esigenze dei subfornitori che operano nelle aree urbane, quindi corrieri, artigiani o panetterie», afferma Uwe Asbach, responsabile tecnico di Abt e-Line. Nella fase di sviluppo, l’obiettivo preposto era riuscire a percorrere almeno 100 chilometri anche in inverno con una sola carica: con un massimo di autonomia WLTP di 138 chilometri lo si è raggiunto pienamente. E con un carico utile massimo di 1096 chilogrammi è stato persino possibile ottenere la capacità di carico desiderata di una tonnellata.

Ora però fermiamoci qui con i dettagli tecnici e scopriamo com’è guidare il van elettrico di Volkswagen. Ci spostiamo nel cortile dello stabilimento automobilistico e prendiamo posto sul sedile del conducente; giriamo la chiave e ascoltiamo: nulla, come in tutte le auto elettriche. A mostrare che il veicolo è pronto a partire sono solo gli strumenti attivi con l’indicatore di carica e la modalità di guida. Spostiamo la leva per la selezione della direzione di marcia su D e premiamo con decisione sull’acceleratore: ecco che l’e-Transporter 6.1 si mette rapidamente in moto. Anche la velocità massima è stata adeguata al gruppo target, con un limite di 90 km/h, che su richiesta può essere aumentato a 120 km/h.

Vano di carico interamente a disposizione

I 200 newton metri del motore elettrico da 83 chilowatt muovono agilmente il furgone nel traffico. Il pacco batteria, con un peso di 333 chilogrammi e una potenza di 37,3 kWh, è integrato nel pianale in modo da occupare poco spazio. Questa configurazione assicura un baricentro ribassato, ma sono soprattutto i 6,7 metri cubi di spazio di carico, o i nove posti a sedere nel caso dell’Abt e-Caravelle 6.1, a rappresentare una carta vincente. Nella maggior parte dei casi, il veicolo verrà probabilmente ricaricato durante la notte; con una wallbox sono necessarie all’incirca cinque ore e mezza. Con una stazione di ricarica rapida bastano invece 45 minuti per ricaricare le batterie fino all’80 percento.

Una curiosità interessante: i modelli elettrici Abt vengono prodotti in modo convenzionale, con tanto di motore a combustione. A Kempten, quest’ultimo viene rimosso e sostituito da un propulsore elettrico. Il motore diesel inutilizzato ritorna poi allo stabilimento di Volkswagen Veicoli Commerciali pronto per un altro breve soggiorno all’interno del prossimo modello elettrico Abt.

Nel frattempo siamo giunti nel centro della cittadina medievale di Kempten, dove superiamo quasi senza fare rumore il complesso della Residenza e ci dirigiamo verso il municipio. Poiché qui il limite di velocità è di 30 km/h, l’e-Transporter emette un suono artificiale per avvisare i pedoni. Oltre i 30 km/h ciò non è più necessario, poiché è sufficiente il rumore di rotolamento degli pneumatici.

L’e-Transporter è stato quindi convertito da Abt e-Line, ma può essere configurato e ordinato normalmente presso partner Volkswagen Veicoli Commerciali selezionati con le prestazioni di servizio e garanzia abituali. Inoltre, Abt e-Line ha cercato di utilizzare il più possibile componenti di serie, ad esempio dell’e-Crafter o della e-Golf: un aspetto che facilita il lavoro nelle officine.

Il nostro giudizio al termine del giro di prova: anche nella versione elettrica, il Transporter 6.1 rimane il re indiscusso dei veicoli commerciali e offre i vantaggi di un concept che è il risultato di oltre 70 anni di perfezionamenti. L’Abt e-Transporter 6.1 è senza dubbio la soluzione ideale per coloro che desiderano percorrere l’ultimo miglio in modo silenzioso e senza emissioni.

Il futuro di Volkswagen Veicoli Commerciali è elettrico

Allo stesso modo, anche l’e-Crafter prodotto nello stabilimento polacco di Volkswagen Veicoli Commerciali è pensato per l’«ultimo miglio». La sua batteria presenta un valore energetico pari a 35,8 kWh, per un’autonomia fino a 115 chilometri in città (secondo WLTP). Il volume del vano di carico è pari a 10,7 metri cubi, in grado di accogliere fino a un massimo di 979 chilogrammi. 

A partire dal 2022 sarà disponibile l’ID.Buzz esclusivamente elettrico, il primo modello di Volkswagen Veicoli Commerciali basato sul sistema modulare di elettrificazione a elementi componibili (SME). Con un passo di 3,3 metri, un’autonomia massima di 600 chilometri e la potenza offerta dalla trazione integrale è pronto ad affrontare quasi ogni sfida.