L'ID. Buzz Cargo è parcheggiato presso una stazione di ricarica.
1,2
Mobilità elettrica

Il nostro obiettivo? Una mobilità non solo elettrizzante, ma anche sostenibile

Mobilità elettrica

Il nostro obiettivo? Una mobilità non solo elettrizzante, ma anche sostenibile

Per raggiungere gli obiettivi comuni sul clima è necessario ridurre le emissioni di CO2 anche nel settore dei trasporti. Per questo perseguiamo un approccio globale: il nostro obiettivo è rendere la mobilità più rispettosa dell’ambiente ed efficiente, ovviamente in modo sostenibile. Il nuovo ID. Buzz Cargo è un ottimo esempio di questa strategia globale. Dal veicolo elettrico innovativo passando per soluzioni di ricarica intelligenti fino al riciclo sostenibile: desideriamo offrire ai nostri clienti tutto da un’unica fonte e praticamente senza pensieri, in modo da rendere più interessante il passaggio alla mobilità elettrica rispettosa dell'ambiente. 

L'ID. Buzz Cargo è in fase di caricamento.

Una soluzione completa: la mobilità elettrica moderna a 360°

Il cambiamento climatico porta con sé enormi sfide per l’ambiente, la natura e la società. Per questo abbiamo aderito all’accordo sul clima di Parigi e ci siamo posti obiettivi ambiziosi. Entro il 2050 vogliamo essere un’azienda a bilancio neutrale in termini di CO2 e assumerci la responsabilità della quota complessiva nella catena di creazione del valore dei nostri veicoli, poiché solo se agiamo in modo sostenibile a ogni livello possiamo raggiungere i nostri obiettivi. Pertanto, nell’ambito del nostro approccio alla mobilità elettrica a 360°, convertiremo ogni elemento costruttivo in un sistema il più possibile neutrale dal punto di vista delle emissioni di CO2; dall’estrazione delle materie prime e dalla catena di approvvigionamento passando per la produzione e l’utilizzo fino al riciclo. Ne è un esempio il nuovo ID. Buzz Cargo: è il primo transporter di Volkswagen Veicoli Commerciali a essere stato concepito da zero in versione elettrica, dai primi schizzi fino agli ultimi ritocchi. Non solo vi consegneremo l’ID. Buzz Cargo con un bilancio neutrale in termini di CO23, ma lo guiderete anche a zero emissioni di CO2 a livello locale. Per l’utilizzo di veicoli aziendali, con l’ID. Charger Pro4 forniamo anche la wallbox opzionale adatta alla vostra abitazione. Il nuovo transporter elettrico cambierà quindi la nostra azienda e la nostra mobilità in modo sostenibile.

  • L'ID. Charger Wallbox di Volkswagen.

    Wallbox personale: ricaricare a casa con una soluzione intelligente

    La mobilità elettrica ha un grande vantaggio che rende la vita quotidiana molto più comoda: i veicoli elettrici come il nuovo ID. Buzz Cargo si possono ricaricare a casa in tutta facilità. Con l’Home Charging Service5, voi gestori della flotta potete rimborsare senza problemi ai vostri autisti i costi di ricarica dei veicoli di servizio presso la stazione di ricarica domestica. Tutto ciò che serve è la Charge&Fuel Card5 in combinazione con l’ID. Charger Pro4: una wallbox intelligente e performante che consente anche la fatturazione per i veicoli di servizio grazie al rilevamento della corrente certificato MID.

  • L'ID. Buzz Cargo è parcheggiato presso una stazione di ricarica.

    Mobilità in tutta Europa: ricarica in viaggio all’insegna della comodità

    Con l’ID. Buzz Cargo la vostra mobilità commerciale diventa ancora più flessibile, perché basta ricaricare il nuovo transporter elettrico quando è in sosta, anche fuori casa: ad esempio, presso un punto di ricarica pubblico in autostrada, davanti al negozio di bricolage, in un autosilo o nella strada di un cliente. La potenza massima per la ricarica standard (CA) è di 11 kW. Con la ricarica rapida (CC), come in autostrada, bastano soli 30 minuti per ricaricare la batteria dal 5% all’80% se si dispone della potenza di ricarica massima6 dell’ID. Buzz Cargo fino a 170 kW. Per una ricarica ancora più semplice, grazie a Plug & Charge7 in futuro basterà inserire il cavo e la ricarica si avvierà subito. Con questa tecnologia i vostri dati di autenticazione vengono registrati una sola volta nel veicolo, dopodiché la stazione di ricarica riconoscerà automaticamente chi siete: un grande vantaggio in termini di comodità. Questa tecnologia verrà introdotta gradualmente con una norma certificata ISO, così in futuro potrete usare un numero crescente di stazioni di ricarica Plug & Charge7. Dove Plug & Charge7 non è ancora disponibile, potete comodamente utilizzare la vostra Charge&Fuel5 Card per accedere a un totale di oltre 310'000 punti di ricarica in tutta Europa e a IONITY, la più grande rete europea di ricarica rapida. Potete trovare le colonnine di ricarica libere in modo semplice e comodo utilizzando l’app Charge&Fuel.

  • L'ID. Buzz Cargo è parcheggiato presso una stazione di ricarica.

    Ricaricare nel cortile dell’azienda: soluzioni su misura per la vostra mobilità

    Rispettoso dell’ambiente, innovativo e pratico: il nuovo ID. Buzz Cargo semplifica il passaggio alla moderna mobilità elettrica aziendale. Ciò solleva anche la domanda: quali soluzioni di ricarica sono necessarie sul piazzale dell’azienda? Con la wallbox adatta, come ad esempio l’ID. Charger Pro7 opzionale, rifornite comodamente di corrente l’ID. Buzz Cargo durante l’orario di lavoro o la notte. L'ID. Charger Pro7 è una soluzione intelligente e performante che, grazie al rilevamento della corrente certificato MID, consente di usufruire anche di sistemi digitali professionali di accesso e fatturazione. Se la ricarica deve essere più veloce perché l’ID. Buzz Cargo vi occorre ad esempio durante il giorno per i servizi di consegna, va preso in considerazione l’acquisto di una colonnina di ricarica rapida più potente. Volete ricaricare diversi veicoli elettrici in un unico luogo e offrire anche ai visitatori la possibilità di farlo? In questo caso, è utile l’installazione di un sistema di gestione del carico. Per le grandi flotte di veicoli, la tecnologia intelligente assicura che la potenza di ricarica disponibile sia distribuita in modo ottimale a tutti i veicoli elettrici da caricare. In questo modo si possono risparmiare gli elevati costi di investimento per l’ampliamento del collegamento alla rete ed evitare i picchi di carico che porterebbero a un aumento del prezzo annuale dell’energia elettrica da pagare. Inoltre, il tetto dell’edificio aziendale è il luogo ideale per un impianto fotovoltaico che alimenta i punti di ricarica dell’azienda. In questo modo, non solo è possibile utilizzare il nuovo ID. Buzz Cargo in modo particolarmente attento al clima, ma anche contribuire in modo sostenibile ad alleviare la pressione sulla rete elettrica generale, diventando così più indipendenti dall’andamento dei prezzi dell’elettricità.

Batterie e riciclaggio: affidabili, durevoli, sostenibili

Intervalli di ispezione più lunghi, meno visite in officina e minori costi di manutenzione: a differenza dei motori a combustione, i motori elettrici non richiedono praticamente alcuna manutenzione, dato che non presentano parti soggette a usura, come la cinghia dentata, e nemmeno il cambio dell’olio. Poiché i veicoli elettrici di ultima generazione come l’ID. Buzz Cargo sono progettati per un esercizio prolungato, l’unica domanda che spesso molti potenziali clienti si pongono è quanto dura la batteria? Con il nuovo ID. Buzz Cargo puntate su una qualità elevata. Per la vostra batteria ad alta tensione agli ioni di litio vi garantiamo un valore energetico netto di almeno il 70% per otto anni o fino a 160 000 km8. La batteria convince per una densità energetica e di potenza elevata. Inoltre, ha un’elevata stabilità di ciclo, una bassa autoscarica e non richiede manutenzione.

 

Tuttavia, fattori come il numero e la tipologia dei processi di ricarica (CA/CC), il rispetto dei limiti di ricarica o la temperatura dell’ambiente ne influenzano la durata. Nel corso del tempo questo porta inevitabilmente a una perdita in termini di autonomia. Ma questo non significa che le vecchie batterie devono essere buttate. Anzi, possono contribuire a rendere la nostra strategia ancora più sostenibile. Vi rientrano i cosiddetti utilizzi «second life», dove, ad esempio, utilizziamo le batterie che hanno esaurito il loro ciclo di vita all’interno del veicolo come accumulatori di energia elettrica. Al contempo, puntiamo a recuperare un’elevata percentuale di materie prime attraverso il riciclaggio. Nel nostro impianto pilota presso lo stabilimento di Salzgitter oggi viene recuperato fino al 97% delle materie prime utilizzate per le batterie, come nichel, rame e litio.

Potrebbe interessarvi anche questo:

A casa e in viaggio: ricaricare il vostro veicolo elettrico è semplicissimo

Ecco come ci prendiamo cura del vostro veicolo elettrico

Disclaimer da Volkswagen

1.
Prevendita ID. Buzz Cargo: consumo energetico in kWh/100 km: ciclo combinato 22,2 - 20,4 (WLTP); emissioni di CO2 in g/km: ciclo combinato 0; categoria di efficienza: A.
2.
Le immagini del veicolo raffigurano equipaggiamenti speciali.
3.
Dove possibile, le emissioni di CO2 vengono evitate e ridotte direttamente da Volkswagen. Allo stesso modo, anche i fornitori a monte hanno l’obbligo di evitare e ridurre le emissioni. Le emissioni di CO2 che non possono essere evitate o ridotte da Volkswagen e attraverso i corrispondenti vincoli nella catena di fornitura vengono compensate in egual misura attraverso progetti certificati di tutela ambientale.
4.
Un’offerta di Volkswagen Group Charging GmbH (Elli).
5.
Un’offerta di Volkswagen Financial Services SA
6.
Ricarica con potenza in CC di max. 170 kW con la variante di batteria Pro e a una temperatura ambiente e della batteria di circa 23 °C e un SOC iniziale pari a circa il 5%, ad es. presso una stazione Ionity.
7.
Il veicolo e la stazione di ricarica devono disporre della funzione Plug & Charge.
8.
Entro il campo di applicazione della garanzia e nel rispetto delle condizioni e direttive ivi riportate, Volkswagen AG garantisce all’acquirente di un veicolo BEV a trazione elettrica di nuova produzione che il valore energetico netto della batteria non scenda mai al di sotto del 70% per una durata di otto anni (o fino a 160’000 km di chilometraggio, a seconda di quale limite sia raggiunto per primo).