Un contachilometri digitale in primo piano.
Un contachilometri digitale in primo piano.
Un contachilometri digitale in primo piano.

Tecnologia

La tecnologia di domani già disponibile oggi 

Prestazioni elevate, peso ridotto 

Invece di un motore a combustione, nel vano motore è presente un motore elettrico molto compatto e quindi notevolmente più leggero, che durante il funzionamento presenta emissioni a livello locale quasi nulle. Ma i vantaggi non finiscono qui. I motori elettrici sono anche estremamente silenziosi, richiedono una manutenzione ridotta e offrono da fermi una coppia costante a tutti i regimi. Inoltre, il nuovo e-Crafter accelera più rapidamente, soprattutto nei primi 60 metri, e senza nessuna interruzione grazie al cambio automatico a 1 rapporto. 

Uno sguardo all’interno di un veicolo elettrico 

Cosa differenzia le vetture elettriche dai modelli convenzionali? All’esterno non molto. Sono gli interni a sorprendere! L’interno di una e-up! (consumo di corrente, kWh/100 km: 11,7 (combinato); emissioni di CO2 combinate, g/km: 0; categoria di efficienza: A+1). 

Un’immagine esplicativa numerata per veicoli elettrici.

1. Collegamento elettrico

Dove di solito c’è il bocchettone di rifornimento nell’e-up! c’è una presa di sicurezza per il pieno di elettricità.

2. Sistema di gestione della batteria

Grazie a questo dispositivo di controllo, che agisce da interfaccia tra la vettura e la batteria, l’impianto della batteria viene costantemente monitorato. Lo stato della vettura e della batteria può essere analizzato da remoto attraverso il BMS, utilizzando per esempio un’applicazione per smartphone.

3. Riscaldamento della vettura

Il riscaldamento dei sedili e il parabrezza anteriore riscaldato garantiscono che il calore sia messo a disposizione nell’abitacolo nel modo più efficiente possibile e secondo le esigenze.

4. Cavo ad alta tensione

Dalla presa, un cavo ad alta tensione porta alla batteria; da qui la corrente fluisce con una tensione di 324 V lungo un altro cavo fino al vano motore.

5. Pacchi batteria

La batteria agli ioni di litio si trova sotto la panca posteriore e nel tunnel centrale del sottoscocca. Con una capacità di massimo 18,7 chilowattora, la batteria consente un’autonomia di 160 chilometri1.

6. Elettronica di potenza

L’elettronica di potenza è essenziale per le prestazioni di un motore elettrico. Essa controlla il flusso di energia (dalla batteria al motore e dal motore elettrico alla batteria) e fornisce anche energia elettrica a bordo a dodici volt tramite un convertitore DC/DC.

7. Sistema di recupero

Durante la frenata e il veleggiamento, la vettura converte l’energia cinetica in energia elettrica e utilizza questa energia per avanzare. Sulla leva del cambio è possibile regolare l’intensità del recupero energetico secondo tre livelli. Un maggiore recupero dell’energia porta a una maggiore energia recuperata, offrendo al contempo anche un maggiore effetto frenante.

8. Vano motore

Tutti i gruppi di azionamento e ausiliari essenziali sono alloggiati nel vano motore. Il motore elettrico, insieme al cambio, al differenziale e all’elettronica di potenza, costituisce il cuore della propulsione.

L’elettromobilità spiegata parola per parola 

Che cosa significa BEV, recupero o Well-to-Wheel? Nell’e-glossario sono spiegati i termini più importanti del mondo della mobilità elettrica. 

Più energia: altri veicoli commerciali elettrici 

100% Crafter, 100% elettrico 

L’e-Crafter, il primo modello completamente elettrico di Volkswagen Veicoli Commerciali, combina un elevato carico utile e ampia autonomia con le migliori caratteristiche di guida per il trasporto cittadino.