Viaggi e lifestyle

Alla ricerca dello scatto perfetto con il California

Viaggi e lifestyle

Alla ricerca dello scatto perfetto con il California

28 ottobre 2018

Le immagini riflesse sono la passione del fotografo cinquantatreenne Simon Walther, il quale raggiunge i soggetti dei suoi scatti, su tra le vette delle Alpi svizzere, a bordo di un T6 California Ocean, che al contempo funge anche da camera d’albergo itinerante.

In montagna con l’equipaggiamento fotografico

Le stelle brillano ancora nel cielo quando Simon Walther chiude le porte scorrevoli del suo T6 California Ocean e si mette in spalla lo zaino con l’equipaggiamento fotografico. Solo la luce della sua torcia frontale squarcia la notte. La ventina di chili sulla schiena e la ripida salita rendono vieppiù faticosa la respirazione.

Con il sorgere del sole, ecco il momento in cui si scopre se tutta quella fatica è valsa la pena. Nella migliore delle ipotesi, di fronte al fotografo si estende un lago le cui placide acque riflettono le maestose vette abbracciate dal primo sole del mattino. «Capita però anche che il vento provochi un moto ondoso che rende tutto inutile.»

Non solo laghi

Simon Walther è affascinato dai punti di vista insoliti, ecco perché nei suoi scatti le montagne appaiono sovente capovolte, immagini simmetriche secondo la tradizione del pittore svizzero Ferdinand Hodler. Le superfici riflettenti non sono però solo inaccessibili laghetti di montagna: «Ho già utilizzato anche pozzanghere, ghiaccio nero, finestre, occhiali da sole o coperchi di pentole in una capanna alpina», confida. Una selezione dei suoi panorami alpini più riusciti è contenuta nel volume di duecento pagine «bergüber», frutto di una ricerca di soggetti lunga cinque anni.

«Capita però anche che il vento provochi un moto ondoso che rende tutto inutile.»

Simon Walther