l'e-trasportatore viene caricato con i prodotti da forno freschi
Sostenibilità

Panetteria punta sull’e-Transporter – Tragitti silenziosi nel cuore della notte

Sostenibilità

Panetteria punta sull’e-Transporter – Tragitti silenziosi nel cuore della notte

27/01/2022

La panetteria e pasticceria Burkhard gestisce otto filiali nel Seeland bernese, che vengono rifornite tramite una flotta di e-Transporter completamente elettrici di Volkswagen Veicoli Commerciali. Il tutto all’insegna del motto «Pronti per il giro di consegne con il pieno di energia».

Testo e foto: Dominique Zahnd

Le strade sono vuote e tutta Lyss (BE) è immersa nel sonno. Persino lo stabilimento produttivo della panetteria e pasticceria Burkhard, situato nell’area industriale e illuminato soltanto da un paio di lampioni, a un primo sguardo sembrerebbe deserto. Tuttavia, man mano che ci avviciniamo, l’invitante profumo di cornetti freschi che aleggia nell’aria diventa sempre più intenso. 

Nel cuore dello stabilimento produttivo c’è un gran fermento e sembra di trovarsi in un alveare. La produzione è iniziata già a mezzanotte e ora, poco prima delle quattro del mattino, ha raggiunto il culmine. Le pagnotte vengono adagiate nei tre forni, un collaboratore spennella una teglia ricolma di trecce con il tuorlo d’uovo, mentre un altro ricopre i cornetti alla nocciola di glassa. Accanto a loro, una collaboratrice imbottisce i panini tagliati a metà con del prosciutto.

Ogni notte vengono sfornati circa 1000 cornetti, ai quali si aggiungono specialità dal nome in dialetto bernese come «Houzofä-Schnägg», «Nuss-Chnopf» o «Häxebrätzeli». Qui si lavora ancora a mano impiegando solo gli ingredienti migliori: farina svizzera certificata, uova di galline allevate all’aperto e carne proveniente dalle fattorie della regione. Inoltre, si è deciso di rinunciare ad additivi e lieviti chimici.

Gli e-Transporter riforniscono le filiali

Nel bel mezzo dell’attività frenetica, Daniel Burkhard spinge una pila di casse piene di prodotti da forno verso la piattaforma di carico. Davanti al grosso portone sul retro dell’edificio si trovano cinque ABT e-Transporter 6.1 disposti in fila. «Siamo pronti per il giro di consegne con il pieno di energia», afferma il direttore con un sorriso. 

Daniel Burkhard dirige l’azienda a conduzione familiare, fondata 30 anni fa, insieme al fratello Fredy. Occupano 90 collaboratrici e collaboratori e gestiscono otto filiali nel Seeland bernese. Inoltre, riforniscono anche ristoranti, case di riposo e ospedali. 

L'e-Transporter è pronto per essere caricato davanti alla panetteria

Tragitti da 130 chilometri

Un uomo sta caricando l'e-trasportatore con prodotti da forno

Gli autisti arrivano intorno alle quattro del mattino. Si spartiscono gli itinerari da Bienne fino a Berna. Ogni conducente percorre quattro itinerari a turno, il primo con i prodotti da forno, il secondo con le insalate e i dolci e il terzo con i sandwich. Segue poi un giro per un nuovo carico. In questo modo, ogni giorno gli e-Transporter percorrono all’incirca 130 chilometri. Pertanto, due volte al giorno vengono ricaricati tramite una delle otto stazioni di ricarica della panetteria: una volta prima dell’ultimo giro e poi al termine del turno alle 13. 

L’azienda non ha avuto dubbi circa la decisione di passare all’elettrico. «L’ambiente ci sta molto a cuore. Ecco perché facciamo anche affidamento su un impianto di biogas, un impianto frigorifero a CO2 e su imballaggi il più possibile ecologici», afferma Daniel Burkhard. Nella primavera del 2022 è prevista l’installazione di pannelli solari sul tetto. 

I residenti apprezzano la silenziosità

Oltre alla sostenibilità, un altro vantaggio dei veicoli commerciali elettrificati di Volkswagen è l’assenza del rumore del motore. Quando infatti gli autisti consegnano la merce in quartieri densamente popolati, la maggior parte dei residenti sta ancora sonnecchiando beatamente. Non c’è da meravigliarsi che la panetteria e pasticceria riceva continuamente dai suoi clienti feedback positivi per i suoi e-Transporter a zero emissioni. 

Il direttore constata inoltre che la flotta elettrica comporta dei vantaggi anche in termini economici: per quanto riguarda la manutenzione e il carburante è decisamente più economica rispetto a un parco veicoli con motore a combustione. Nell'arco dell'intera vita utile dei mezzi, questo compensa di gran lunga il prezzo di acquisto superiore.  

La mobilità elettrica offre numerosi vantaggi

Non ci è voluto molto prima che gli autisti imparassero ad apprezzare gli e-Transporter. Uno di loro è Miguel Machado, che da tre anni siede al volante per conto della panetteria. Ciò che più lo entusiasma è il silenzio che regna nel cockpit e l’incantevole sensazione di guida. 

Il primo viaggio di oggi lo porta nelle due filiali a Lyss, sulla Aarbergstrasse e sulla Banhofstrasse. Il suo lavoro richiede una certa forza: per prima cosa, deve riporre nello spazioso vano di carico tutte le casse colme di prodotti da forno e, una volta in loco, scaricarle e portarle nei negozi. I movimenti sono agili e collaudati: apre le porte scorrevoli laterali, prende con sicurezza una pila di casse e fila spedito verso la filiale. Tutto avviene in un batter d’occhio. Neanche cinque minuti dopo, l’e-Transporter scompare silenziosamente nella notte, diretto verso il prossimo punto di consegna. 

Un uomo siede al volante dell'e-transporter

Potresti anche essere interessato a:

Gli hotel Sunstar puntano sull’e-Crafter: verso gli skilift a zero emissioni

«Interventi di assistenza più convenienti»

L’uomo che sussurrava ai cavalli – trasporto di animali con il Transporter

Potresti anche essere interessato a: