Un prototipo a guida autonoma dell'ID.Buzz guida su strada
Tecnologia

Volkswagen Veicoli Commerciali testa la guida autonoma per la prima volta con passeggeri a bordo a Monaco di Baviera

Tecnologia

Volkswagen Veicoli Commerciali testa la guida autonoma per la prima volta con passeggeri a bordo a Monaco di Baviera

26/07/2023
  • Rappresentanti del governo e delle istituzioni, grandi clienti e giornalisti si informano sullo stato di avanzamento della guida autonoma con i primi giri di prova
  • L’attuale flotta di prototipi a guida autonoma basati sul Volkswagen ID. Buzz presenta il look del fornitore di servizi di trasporto MOIA
  • I test della tecnologia AD con prototipi di ID. Buzz identici sono iniziati anche in Nord America
  • Le prove vengono effettuate su strade pubbliche e su circuiti di prova per poter testare il maggior numero possibile di scenari di guida

Con Volkswagen Veicoli Commerciali, lo sviluppo di veicoli a guida autonoma da utilizzare per servizi di mobilità e trasporto avanza a passi da gigante. Non lontani da essere maturi per la produzione in serie, i Volkswagen Buzz ID. AD (Autonomous Driving) completamente elettrici vengono presentati per la prima volta in queste settimane a decisori politici, esponenti delle istituzioni e delle imprese e rappresentanti dei media, accorsi per osservare con i propri occhi di che cosa sono capaci questi veicoli. Inoltre, nello stabilimento americano di Austin, in Texas, è stato lanciato in parallelo il programma di test di Volkswagen. Lo sviluppo dei veicoli AD punta al loro impiego commerciale nei grandi centri urbani dell’Europa e del Nord America, sia per servizi di guida che di trasporto.

Un prototipo a guida autonoma dell'ID.Buzz si trova in una piazza

«L’estensione del nostro programma per i veicoli a guida autonoma all’America del Nord è il prossimo passo nella nostra roadmap strategica globale ed è il risultato di un investimento a lungo termine», afferma Christian Senger, responsabile dello sviluppo della guida autonoma di Volkswagen Veicoli Commerciali. «Ci consente di testare, convalidare e perfezionare la tecnologia anche sulle strade americane». L’obiettivo è duplice: sia mettere a punto soluzioni di trasporto da rendere disponibili in commercio, sia ampliare il variegato portafoglio di servizi di mobilità del gruppo Volkswagen.

Illustrazione della tecnologia Lidar del prototipo ID.Buzz

I modelli ID. Buzz AD completamente elettrici offrono tecnologie da grande serie e sono inoltre dotati di un sistema di guida autonoma dell’azienda tecnologica Mobileye. La flotta di veicoli di prova, in continua espansione, raccoglie dati sui chilometri percorsi in una molteplicità di scenari di guida. Ciascuna delle vetture, inquadrate nel livello 4 dello standard americano SAE per la guida autonoma, dispone di telecamere, radar e tecnologia lidar. Durante la fase di test, tutti i veicoli sono sempre occupati da conducenti di sicurezza. Questo spazioso modello può ospitare quattro passeggeri e, quando i tempi saranno maturi per la produzione in serie, potrà essere prodotto su larga scala per soddisfare la crescente domanda nel settore della mobilità e dei trasporti.

Volkswagen Veicoli Commerciali vanta un grande bagaglio di esperienza nell’esaudire i desideri dei passeggeri e le esigenze dei gestori, di primaria importanza per lo sviluppo di queste flotte. MOIA, affiliata del gruppo, è presente sul mercato già dal 2018 come fornitore di servizi di mobilità condivisa e ad oggi ha trasportato più di 8,5 milioni di passeggeri. MOIA integra anche questi dati nel lavoro quotidiano di sviluppo.

L’avvio del programma di test in Texas presso Volkswagen Group of America (VWGoA) segna inoltre un’importante pietra miliare per la ricerca e lo sviluppo a livello mondiale di veicoli a guida autonoma del gruppo Volkswagen. VWGoA detterà la linea strategica e di sviluppo del business negli Stati Uniti e ha fondato una società affiliata denominata Volkswagen ADMT, LLC per coadiuvare l’introduzione del suo programma per i veicoli a guida autonoma con team a Belmont (California) e Austin (Texas).

Diversamente dalla Germania, dove MOIA sarà la prima ad utilizzare i veicoli autonomi, negli USA Volkswagen n futuro non gestirà direttamente i servizi di trasporto a guida autonoma, ma prevede di impiegarli presso aziende partner esterne operanti nel settore della mobilità e dei trasporti.

Simulazione del traffico urbano

Potresti anche essere interessato a:

Esplorando l'estremo sud dell’Africa

Il nuovo Amarok: la prossima generazione dei professionisti su strada e fuori strada

I primi prototipi di ID.BUZZ per la guida autonoma

Potresti anche essere interessato a: