La VW Agribus si trova in una foresta.
Viaggi e lifestyle

Sul trattore a Monte San Vito, sugli ulivi a Tortoreto 

Viaggi e lifestyle

Sul trattore a Monte San Vito, sugli ulivi a Tortoreto 

04/05/2022

Abbiamo mangiato asparagi selvatici, imparato molte cose sulla frutta sul rimorchio di un trattore, ci siamo arrampicati sugli ulivi e abbiamo imparato quanto tempo ci vuole per fare un prosciutto crudo. Nelle Marche e in Abruzzo, regioni meno conosciute, abbiamo visitato luoghi piccoli ma deliziosi e abbiamo così riscoperto l’Italia.

Testo e immagini: Paolo De Caro, co-fondatore di Nomady

La piacevole bassa stagione

Solo i preparativi lasciano intuire l’andirivieni dell’estate. In primavera, però, a parte la frenetica pianificazione, non si nota molta frenesia. Nessuna distesa di ombrelloni o di ciabatte da mare, nemmeno un piccolo concerto di clacson. Il caffè del bar, accogliente e vuoto, è sinonimo della serenità che l’Italia irradia in primavera. Tuttavia, per trovare il trambusto e le folle di turisti, anche in estate saremmo stati nei posti sbagliati. Ma una cosa per volta.

Un bar sulla spiaggia dall'interno.
Una barca rossa adagiata sulla spiaggia di sabbia.

Arrivo a Senigallia

Dopo una sosta intermedia in Piemonte e dopo qualche ora di viaggio, ci siamo guadagnati un caffè nella città costiera di Senigallia nelle Marche. Non c’è molta gente sulla spiaggia. Le conchiglie non sono ancora state raccolte e i castelli gonfiabili sono ancora impacchettati. Un luogo che sembra provenire da un altro mondo e che promette un buon inizio per una nuova vecchia conoscenza. Quella dell’Italia.

Il tour sul rimorchio del trattore

Partendo dal mare, il sentiero conduce all’interno del Paese. Visitiamo l’agriturismo Il Frutteto del MonteOpens an external link. Veniamo accolti calorosamente da Alessio, sua madre Maria e i suoi sei cani. Poco dopo ci mostrano i fiori, insieme rovistiamo tra i cespugli e raccogliamo gli asparagi selvatici che Maria userà per preparare una deliziosa frittata per cena. Ben presto ci si rende conto che qui si vive con la natura e grazie alla natura. Alessio è consapevole della responsabilità nei confronti della natura e per questo è lieto di trasmettere le sue conoscenze. Lo fa regolarmente sotto forma di tour guidato anche per gli studenti del paese vicino. La mattina dopo ci godiamo questo divertente e interessante viaggio sul rimorchio del suo vecchio trattore Fiat. Il bioagricoltore, ben vestito con una giacca elegante, ci spiega i tipi di frutta presenti, in che modo i campeggiatori lo aiutano nella raccolta e quanto lavoro comporta la potatura annuale degli ulivi.

Un uomo che mostra dei fiori su un cespuglio.
Il VW Agribus si trova tra 2 ulivi.

Arrampicata sugli ulivi

Sazi e ben informati, il giorno dopo riprendiamo il viaggio dirigendoci più a sud. Sulla cima di un uliveto a Tortoreto, in Abruzzo, troviamo il nostro prossimo agriturismo. Simona, la padrona di casa, ci sta aspettando e ci accoglie con un vino da dessert tradizionale abruzzese e biscotti. In questo modo si addolcisce l’atmosfera già dorata della serata. Ci accampiamo in mezzo agli ulivi. Non lontano Mauro è ancora impegnato ad arrampicarsi e a potare i rami di ulivo. I germogli raccolti dell’anno precedente vengono diradati e i rami superiori tagliati. Questo favorisce la formazione di nuovi rami laterali. Simona e Mauro sono la prima generazione che gestisce questa azienda biologica. Ce la mettono tutta. Lo si nota già dai loro gesti quando si tratta di spiegare l’affascinante mestiere che sta alla base del loro prodotto di qualità. Dopo una notte stellata e fredda presso l’agriturismo, alla mattina ci attende una vista mozzafiato sulle vette dell’Appennino.

Prosciutto Crudo

Abbiamo raggiunto il punto più a sud del nostro viaggio e imbocchiamo la via del ritorno. Ma prima di tornare definitivamente a casa e anche perché preferiamo fare piccole tappe, facciamo una sosta all’agriturismo Ca’ LicozzoOpens an external link. Nell’agriturismo poliedrico nell’entroterra si riconosce subito l’impegno dei padroni di casa. Qui sono stati realizzati un forno per la pizza, un’area grigliate, un parco giochi, percorsi per cani e altre offerte che rendono la vita in campeggio molto piacevole per diversi gruppi target. Non è un caso che vi sia anche uno spazio per degustare i vini e una propria macelleria. La lavorazione della carne è probabilmente la più grande passione di Marco. Con orgoglio presenta un prosciutto che ha massaggiato con una sua personale miscela di spezie e che deve stagionare per quasi un anno prima di essere consumato. Assolutamente un prodotto di qualità, come dice lui.

Una tavola imbandita sta davanti al VW Agribus.

Arrivederci alla nostra nuova vecchia conoscenza

Abbiamo riscoperto il nostro Paese vicino confinante a sud. Non solo abbiamo visto piccoli luoghi sconosciuti, ma abbiamo anche vissuto l’Italia in primavera. È un po’ più fredda, ma non così afosa come nella stagione successiva. È rilassata, accogliente e le persone hanno un po’ più di tempo.

Percorso da Normady in Italia

I campi menzionati e molti altri possono essere trovati su nomady.chOpens an external link

Potresti anche essere interessato a:

Il nuovo Amarok: la prossima generazione dei professionisti su strada e fuori strada

Potresti anche essere interessato a: