Diversi Amarok guidano su una collina
Viaggi e lifestyle

Il nuovo Amarok regala una scarica di adrenalina

Viaggi e lifestyle

Il nuovo Amarok regala una scarica di adrenalina

20/07/2023

L’Amarok Driving Experience ha offerto la possibilità a 32 vincitori/vincitrici di essere i primi in Svizzera a guidare il nuovo pick-up su un percorso offroad. Li abbiamo accompagnati nella loro avventura d’azione.

Testo e foto di Dominique Zahnd

Si tratta di un’esperienza esclusiva offerta ai partecipanti alla «Driving Experience» di Volkswagen Veicoli Commerciali in occasione di questo sabato mattina a Seelisberg (Uri). Prima ancora di essere disponibili presso i concessionari, i partecipanti avranno la possibilità di testare i primi esemplari della seconda generazione del nuovo Amarok. E non con una semplice prova su strada, ma sul percorso offroad del Driving Center di Seelisberg. L’entusiasmo è dunque percepibile.

Prima di mettersi al volante, ai partecipanti viene presentato in dettaglio il nuovo pick-up. E in questo caso «nuovo» è inteso nel vero senso della parola: nessun componente dell’auto è rimasto invariato. Con oltre 25 sistemi di assistenza e sei modalità di guida a bordo, dal punto di vista tecnico si annovera tra le vetture più moderne della sua categoria. La maggiore profondità di guado e la maggiore altezza libera dal suolo hanno notevolmente migliorato le caratteristiche fuoristrada.

I partecipanti durante la parte teorica in una stanza
Gli interni del VW Amarok

Design deciso, interni confortevoli

Dopo la breve introduzione si parte. Davanti al centro eventi sono già pronti diversi modelli del nuovo Amarok, disponibile in Svizzera esclusivamente con cabina doppia. Per inoltrarsi nell’esperienza di guida dell’auto, il programma prevede innanzitutto un giro su strada, dall’altopiano fino al Lago dei Quattro Cantoni.

Le prime impressioni sono del tutto positive. Yolanda Koller di Zurigo loda il comfort degli interni e il design marcato degli esterni. «Mi piace che l’Amarok abbia un aspetto così aggressivo», dice. Ma per lei la propulsione è ancora più importante, perché «ho bisogno di un’auto potente». Nel suo caso deve poter trainare un rimorchio con due cavalli da 600 kg ciascuno, per un peso totale di 2,7 tonnellate. Nessun problema per il nuovo Amarok in grado di trainare addirittura 3,5 tonnellate e, con il suo motore diesel V6 da tre litri e 240 CV, non esaurisce di certo la potenza nemmeno in montagna.

--:--

Spazio per un europallet

Anche Calvin Berli di Berna si sente a suo agio nel nuovo Amarok. È colpito dal fatto che questo pick-up di 5,35 metri di lunghezza abbia una guida simile a quella della sua Tiguan. Come cacciatore e forestale ha bisogno di «un’auto che passi ovunque e che possa anche sporcarsi». Apprezza molto la superficie di carico ampliata: «C’è spazio a sufficienza per un europallet, o un cervo adulto», dice ridendo. Walter Steiner di Hägendorf (SO) fa una breve deviazione sulla vicina autostrada. L’istruttore di guida possiede privatamente un Amarok ed è sorpreso dal nuovo modello: «Non avrei mai pensato che all’interno fosse così silenzioso.»

2 uomini guardano l'area di carico dell'Amarok

A poco a poco i partecipanti ritornano al centro di guida. Il cofano viene aperto, lo sportello di ricarica sbloccato: tutto viene ispezionato e toccato. Dopo una lezione teorica («Guidare off-road significa velocità a passo d’uomo») segue la parte d’azione. La flotta Amarok si schiera davanti a un’altura. Un breve scroscio di pioggia crea pozzanghere fresche: perfetto. Sotto gli occhi attenti del team di istruttori, le auto salgono al rallentatore su un sentiero sterrato.

Un Amarok guida storto su una collina

L’Amarok convince per le prestazioni fuoristrada

Il primo ostacolo sul percorso offroad è una bascula, la cui salita richiede non poco coraggio. Dopodiché arriva un’inclinazione da superare. Sarah Henggeler di Oberägeri (ZG) stringe saldamente il volante: «Si ha l’impressione di cadere. Ma il pick-up resta stabile.» Lei e suo marito gestiscono una fattoria e possiedono già un Amarok, che utilizzano per sorvegliare il pascolo o per prelevare un manzo con un rimorchio. «Ma quando a casa il terreno si fa difficile, prendiamo comunque il trattore», dice ridendo.

Anche Ruedi Nauer di Wilen, nei pressi di Wollerau (SZ), ha già acquistato un Amarok. L’esperto giardiniere paesaggista è interessato al nuovo modello per via della maggiore superficie di carico. «E grazie all’angolo di attacco e di uscita più ripido, entrare nei cantieri diventa ancora più facile.» Ciò che apprezza è inoltre la trazione integrale e l’assistente di partenza in discesa. «Lasciando il freno l’auto sfreccia giù per la montagna da sola. Fantastico!»

Un Amarok che percorre una strada di montagna
Un Amarok passa sopra una casetta di legno

Guida sopra una casetta di legno

Il momento clou dell’evento arriva alla fine. Nel nuovo pick-up di Volkswagen Veicoli Commerciali i partecipanti passano sopra una casetta di legno del Driving Center, dove per motivi di sicurezza sono gli istruttori a guidare l’auto sulla ripida rampa. Ma anche seduti sul sedile del passeggero, il livello di adrenalina sale alle stelle. Scendendo dall’auto sono tutti raggianti. Anche Yolanda Koller. «È stato fantastico», racconta. Allora il nuovo Amarok vi ha convinti? «Già prima che arrivassi qui. L’ho già ordinato.»

VW Amarok Aventura, 3.0 TDI, 240 CV, cambio automatico a 10 rapporti, 10,2 l/100 km, 266 g CO₂/km, cat. G

Potresti anche essere interessato a:

Viaggio alla scoperta della Svizzera centrale: un’avventura a bordo del van da campeggio

Sul trattore a Monte San Vito, sugli ulivi a Tortoreto

Potresti anche essere interessato a: